Se lo Chardonnay vola via: Trentino, un sistema da ripensare

È il tema della settimana, in Trentino, ma non certo nuovo e inaspettato: parte dello Chardonnay trentino vola via dal territorio, verso altre regioni, altre cantine, altre etichette. Non viene imbottigliato qui, non prende la denominazione di origine controllata Trentino, men che meno quella...

Dom Pérignon e luganega: una storiella talmudica

Qualche giorno fa è tornato a galla, nello stagno della mia memoria, un passaggio della storia talmudica del forno di Aknai, nella quale si narra della diatriba tra rabbi Eliezer e un gruppo di rabbini. Non importa tanto il merito del dibattito tra dotti, ma la storia in sé. Rabbi Eliezer,...

Una mela al giorno: Sidro, Calvados, Pommeau

Una mela al giorno leva il medico di torno, dice il saggio. Soprattutto se è fermentata, dice il saggio godereccio. Perché sì, pur non essendo pratica nota ai più, anche la mela rientra tra quella miriade di prodotti della terra che, fermentando, offrono all’uomo momenti di quiete,...

Il Manzoni bianco davanti ad un incrocio gen15

Il Manzoni bianco davanti ad un incrocio

Nomen omen? Un po’ ci crede il buon Kurt Rottensteiner di Brunnenhof, che ha il suo vigneto di Incrocio Manzoni proprio sul bivio della strada di Mazzon, e per non sbagliarsi ha dato alla bottiglia un nome di fantasia, Eva: “Non vorrei che qualcuno pensasse che chiamo il mio vino come un...

Solomon T. sbarca in America

Come Sergej Donatovič Dovlatov, Sholom Aleichem, Isaac Bashevis Singer e suo fratello Israel Joshua, Albert Einstein, i nonni di Allan Stewart Königsberg e Melvin Kaminsky, i genitori di Chico, Harpo, Groucho, Gummo e Zeppo Marx, i Leningrad Cowboys e tanti altri ancora, anche Solomon Tokaj...

Le parole ammutinate: libri e vini contro la guerra

Brutta bestia la guerra, che sia “grande” o che sia piccola, che sia falsa o che sia vera: niente di eroico e mitico, niente leggende del Piave, solo sangue e carne che non stanno dove devono stare, odori di morte che disgustano i vivi, rumori che fanno ammattire anche le menti più dure,...

Luxus für alle!

“Luxus für alle”, recita uno slogan fortemente politico della sinistra radicale antifascista tedesca. “Nicht Wasser sondern Wein”, aggiungevano i più didascalici riformisti di Die Linke. Googlando in tedesco, emerge la forte carica eversiva e anticapitalista di questa affermazione:...

Alle prese con una rossa milonga: Reboro, calice di dolcezza

“Nel tango, ci si conosce attraverso l’abbraccio”, ha detto Miguel Ángel Zotto, ballerino argentino tra i più grandi di sempre. Cosa posso saperne io, che il tango non l’ho mai ballato e che, se mi avventurassi in un tentativo, finirei deriso da tutte le creature, anche le più...

Ai piedi dell’Ararat: il vino in Armenia nov27

Ai piedi dell’Ararat: il vino in Armenia

Ha fatto molto discutere, in questi giorni, l’intervento di Hami Aksoy, console generale turco a Milano che, prendendo la parola in un convegno organizzato dalla Fondazione Caritro presso l’Auditorium S. Chiara di Trento, ha sostanzialmente disconosciuto il “genocidio” del popolo...

Bere vino a Balaklava nov20

Bere vino a Balaklava

Le promesse vanno mantenute, cascasse il mondo dritto sui piedi di Solomon. E se qualche settimana fa ho scritto che sarei tornato a scrivere del vino delle ex repubbliche sovietiche, forse è proprio il caso di farlo. Da dove cominciamo? Abbiamo l’imbarazzo della scelta, nonostante non sia...